20/10/2021 By admin 0

BONUS MOBILITA’ BICI 2022

Con il bonus biciclette di 500 euro per l’acquisto di una bicibicicletta elettrica (conosciute anche come e-bike o biciclette a pedalata assistita), monopattini elettricihoverboard e segway lo Stato rimborsa il 60% della spesa sostenuta a coloro che hanno effettuato l’acquisto tra il 4 maggio e il 2 novembre 2020.

Ultime novità sul Bonus Biciclette nel 2021

Da giovedì 14 gennaio allo ore 9:00 fino al 15 febbraio 2021 sarà possibile tornare a chiedere il rimborso poiché sono stati contabilizzati i fondi utili a soddisfare le richieste. Gli utenti che si sono già registrati al sito dedicato al Buono Mobilità riceveranno nei prossimi giorni un e-mail all’indirizzo di posta indicato ma anche coloro che non lo hanno fatto potranno comunque accedere al bonus.

Visto il grande interesse che ha suscitato l’iniziativa “green” del Governo essa sarà prorogata anche al 2021 e negli anni a seguire. Verranno stanziati, secondo quanto indicato nella bozza della Legge di Bilancio, risorse economiche pari a 20 milioni di euro per anno, dal 2021 al 2023, per poi aumentare fino a 30 milioni dal 2024 al 2026.

Le motivazioni per le quali il Governo, con il Decreto Rilancio, ha scelto di incentivare questa tipologia di acquisto sostenendola economicamente sono diverse.

“Il Ministero dell’Ambiente considera strategiche le politiche di incentivo alla mobilità sostenibile ed in particolare alla mobilità dolce che consente di soddisfare le esigenze di mobilità in ambito urbano con minimi o nulli impatti ambientali. Per tali motivi il Ministero dell’Ambiente è impegnato nel reperire ulteriori risorse da appostare per l’annualità 2020 del Programma sperimentale buono mobilità.”

C’è da considerare inoltre che tanto più ora che i mezzi pubblici disporranno di meno posti a bordo anche il cittadino della grande Metropoli, meno abituato all’utilizzo della bicicletta, sentirà sempre più il bisogno di girare in autonomia per la città su un mezzo a due ruote, meglio ancora se una bici elettrica.

Altri due sono aspetti da considerare:

  • L’Italia vanta la leadership in Europa per produzione di biciclette, essendo il secondo paese al mondo e oggi impiegando oltre 7.700 persone. Sostenere le aziende del settore significa dare una mano al nostro sistema produttivo che in un momento drammatico come questo ha bisogno di ripartire.
  • I 120 milioni di euro stanziati per questo specifico Bonus provengono dalle cosiddette aste verdi, ovvero tasse che vengono pagate in ambito comunitario e che possono essere spese solo per interventi di miglioramento dell’aria; quindi i soldi spesi dal Governo per sostenere l’acquisto di biciclette elettrice non sarebbe potuto essere utilizzato per altre urgenze.

Che cos’è il bonus biciclette

Il bonus biciclette, o meglio bonus mobilità, è un provvedimento introdotto dal Ministero dell’Ambiente, delle Infrastrutture e dei Trasporti per incentivare forme di trasporto sostenibili. Consiste in un contributo pari al 60% della spesa sostenuta, in misura non superiore a 500 euro, per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica.

Chi può richiedere il bonus mobilità

Possono richiedere una sola volta il bonus biciclette tutti i maggiorenni che sono residenti in una città metropolitana in Italia con oltre 50.000 abitanti: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia. Utilizzando l’apposita app in fase di attivazione da parte del Ministero, che sarà accessibile entro 60 giorni dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale.

È possibile accedere alla piattaforma della app anche attraverso il sito istituzionale del Ministero dell’Ambiente tramite le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).